Archivio della categoria: avvisi e comunicazioni

24 giugno 2011 – Il Portale Archivi d’impresa

La realizzazione del Portale Archivi d’impresa consente di mettere in rete le esperienze delle imprese pubbliche e private italiane e di valorizzare la cultura d’impresa nel nostro Paese, col fine di salvaguardarne allo stesso tempo gli archivi storici. Il Portale, realizzato dalla Direzione Generale per gli Archivi in collaborazione con numerosi archivi storici, fondazioni ed enti, rende disponibile un ricco repertorio di fonti archivistiche e bibliografiche e di contenuti redazionali, destinato a un vasto pubblico, soprattutto di giovani e studenti.

Tra gli oltre 30 partner che a tutt’oggi hanno aderito al Portale, si annoverano i nomi più rilevanti del panorama industriale italiano. I documenti cartacei, le fotografie, le testimonianze audio e video dei loro archivi storici vanno a integrare quanto è conservato negli Archivi di Stato e vigilato dalle Soprintendenze archivistiche, impegnate nelle attività di censimento, anche in collaborazione con le Regioni e gli Enti locali. L’Archivio Centrale dello Stato offre al Portale, tra l’altro, la banca dati del fondo Ufficio italiano Marchi e Brevetti (1867-1965), con oltre 170.000 descrizioni e immagini ad alta definizione di marchi; il Centro sperimentale di cinematografia – Archivio nazionale del cinema d’impresa d’Ivrea propone una web TV, realizzata d’intesa con la Direzione Generale per gli Archivi, ricca di 300 film provenienti da 16 archivi storici di impresa.
www.imprese.san.beniculturali.it

12 maggio 2011 – On line il portale Rete degli archivi per non dimenticare

Inaugurato il portale Rete degli archivi per non dimenticare all’interno del Sistema Archivistico Nazionale (SAN), con lo scopo di valorizzare e rendere disponibili ad un ampio pubblico le fonti documentali esistenti sui temi legati al terrorismo, alla violenza politica e alla criminalità organizzata.

Alla rete partecipa l’ACS.
L’indirizzo del portale è: http://www.memoria.san.beniculturali.it/

11 maggio 2011 – Versamento all’Archivio Centrale dello Stato dei documenti relativi al sequestro e all’assasinio di Aldo Moro

I documenti relativi al sequestro e all’assassinio di Aldo Moro e degli uomini della sua scorta, fino ad oggi conservati negli Archivi dei Servizi di informazione per la sicurezza, saranno consegnate all’Archivio Centrale dello Stato. A darne notizia, la Presidenza del Consiglio dei Ministri che informa che, come prevede la legge di riforma dei servizi, la documentazione resa pubblica riguarda l’arco di tempo che va dal 1978 al 1995, e’ contenuta in 57 fascicoli con circa quattrocento atti e numerosi allegati.

”Si tratta di un primo trasferimento, cui faranno seguito ulteriori versamenti via via che verranno concluse le operazioni di declassifica”, aggiunge la nota della Presidenza del Consiglio, che specifica che gli atti saranno consultabili in formato digitale.

La ricognizione del carteggio prese l’avvio nel 2008, in occasione del trentennale del sequestro e dell’omicidio dell’on. Moro, grazie a una iniziativa assunta dall’allora Ministro dell’Interno, Giuliano Amato.

A conclusione della prima tranche di lavoro, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta ha, quindi, disposto la consegna anticipata all’Archivio Centrale dello Stato dei primi documenti declassificati provenienti dai Servizi e di quelli originati dai ministeri degli Esteri, dell’Interno e della Difesa.

24 giugno 2011 – La Scuola di archivistica contemporanea consegna gli attestati di partecipazione

In occasione della giornata dedicata alla presentazione Il portale archivi d’impresa saranno consegnati gli attestati di frequenza ai partecipanti al corso di formazione in archivistica contemporanea A.A. 2010-2011 

11 febbraio, 2011

11 febbraio 2011 – Fondo Andreotti, pubblicati gli inventari delle serie “Scritti” e “Discorsi” dall’Istituto Luigi Sturzo

L’Istituto Luigi Sturzo ha avviato la pubblicazione degli inventari del fondo Giulio Andreotti, con la messa in rete della banca dati contenente la descrizione informatizzata delle serie Scritti e Discorsi, serie costituite dai testi elaborati e pronunciati da Andreotti in veste di uomo di governo e di partito, di saggista, editorialista e storico dai primi anni ‘40 del secolo scorso ai nostri giorni. La banca dati consente al momento di consultare la descrizione archivistica e la riproduzione digitale degli scritti e dei discorsi tra la fine degli anni ’40 e il 1965 e verrà aggiornata progressivamente nel corso dell’avanzamento delle attività di descrizione. L’intervento di ordinamento e inventariazione di questa sezione dell’archivio è stato realizzato con il contributo dell’ICCU – Ministero per i Beni e le Attività culturali, nell’ambito di un progetto dedicato alla conservazione e alla valorizzazione del fondo.

Per saperne di più:

http://digital.sturzo.it/archiviopersonale/andreotti/3290457/9

11 febbraio, 2011

11 febbraio 2011 – L’Archivio Giovanni Spadolini è consultabile sul sito del Senato della Repubblica

Il fondo Spadolini raccoglie documenti, manoscritti, dattiloscritti, lettere, articoli e altre pubblicazioni che riflettono l’attività di Giovanni Spadolini, giornalista, storico, politico, dall’inizio della carriera fino alla sua morte. L’archivio è suddiviso nelle seguenti sottoserie: 1. Inizio attività (1947-1955), 2. Direzione del “Resto del Carlino” (1955-1968), 3. Direzione del “Corriere della Sera” (1968-1972), 4. Inizio attività politica: senatore Pri, membro della Commissione pubblica istruzione (1972-1974) , 5. Ministro fondatore dei Beni Culturali (1974-1976), 6. Presidente Commissione Pubblica (1976-1979), 7. Ministro della pubblica istruzione (1979), 8. Segretario nazionale del Pri (1979-1987), 9. Costituzione Fondazione Spadolini Nuova Antologia(1980), 10. Presidente del Consiglio dei Ministri (1981-1982), 11. Ministro della Difesa (1983-1987), 12. Presidente del Senato (1987-1994).
Per saperne di più

11 febbraio 2011 – E’ consultabile on line l’inventario degli atti della “Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti”

La Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti comprende tutti gli originali degli atti normativi a partire dall’unità nazionale, 1861, in poi secondo la formula di promulgazione stabilita dalla
L. 21 aprile 1861 n. 1. Gli originali di tali atti sono conservati presso l’Archivio Centrale dello Stato. La collezione di tali atti comprensiva di allegati rappresenta per la sua unicità il costituirsi dello Stato italiano, dal Regno d’Italia alla Repubblica e per la sua natura si qualifica come fonte primaria di diritto. Attualmente in rete viene proposto l’inventario degli atti fino al 1922 comprensivo delle indicazioni del numero di eventuali allegati. Associate alle leggi (fino al 1914 n. 1400) sono visibili le immagini degli originali e di tutti gli allegati di qualsiasi natura: planimetrie, trattati internazionali, convenzioni, regolamenti, disegni.
Per saperne di più

4 dicembre 2010 – 16 gennaio 2011 – La guerra della nazione: Italia 1915-1918

La  guerra della nazione: Italia 1915-1918  è la mostra che ripropone quella organizzata da giugno a settembre 2009 dall’Archivio centrale dello Stato.
Organizzata e curata dall’Archivio di Stato di Piacenza in un’edizione arricchita con documentazione e materiale di carattere locale conservato dallo stesso Archivio, la mostra sarà aperta dal 4 dicembre 2010 al 16 gennaio 2011.

per maggiori informazioni:   http://www.archiviodistatopiacenza.beniculturali.it/opencms/opencms/it/contenuti/manifestazioni/eventi/Evento_543.html?pagename=137

1 12 13 14