Opera nazionale combattenti agro pontino

Tra gli interventi di bonifica dell’Opera Nazionale Combattenti, il più noto è quello della regione pontina. A partire dal 1931, con l’attuazione del piano nazionale di bonifica delle Paludi Pontine, l’ONC ridisegnò completamente il territorio trasformandolo sul piano fondiario, sociale e  demografico. In pochi anni, dal 1932 al 1939, il territorio paludoso fu sostituito da un’intensa rete di canali e di strade che collegavano gli oltre 3.000 poderi ai nuovi borghi rurali e alle cinque “città nuove”.
Per l’Agro Pontino furono approntati circa 280 progetti di varia tipologia, ai quali si aggiunsero, nell’ultimo periodo di attività dell’ente, altri 70 progetti inerenti alle attività di sviluppo della provincia di Latina: manutenzione e adeguamento viabilità e fasce frangivento, costruzione di opifici per la conservazione e lavorazione dei prodotti delle  cooperative agricole.